Dott. Giuseppe Marino - specialista in ricorsi tributari - www.studiomarino.com  orari d'ufficio 9.30-12.30 e 15.30-18.30

  081/5706339       081/0060351           E-Mail     Consulenza a pagamento                                               

SPECIALISTA IN RICORSI AVVERSO CARTELLE ESATTORIALI, FERMI AMMINISTRATIVI, IPOTECHE, ACCERTAMENTI

LEGGI TRIBUTARIE - I PRINCIPI CARDINE
Ultimo aggiornamento 28/12/2007
SPECIALISTA IN RICORSI AVVERSO CARTELLE ESATTORIALI, FERMI AMMINISTRATIVI, IPOTECHE, ACCERTAMENTI

 

LEGGI TRIBUTARIE

GLI ARTICOLI PIU' IMPORTANTI

ART.53 DELLA COSTITUZIONE - LA CAPACITA' CONTRIBUTIVA

Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacitÓ contributiva. Il sistema tributario Ŕ informato a criteri di progressivitÓ.

                                                      ART. 24 DELLA COSTITUZIONE - DIRITTO ALLA DIFESA

Tutti  possono  agire  in  giudizio  per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi.     La difesa Ŕ diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento.     Sono  assicurati  ai  non  abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione.    La  legge  determina  le  condizioni  e i modi per la riparazione degli errori giudiziari.

                                                        ART.37 BIS COMMA 8 DPR 600/73

Le norme tributarie che, allo scopo di contrastare comportamenti elusivi, limitano deduzioni, detrazioni, crediti d'imposta o altre posizioni soggettive altrimenti ammesse dall'ordinamento tributario,possono essere disapplicate qualora il contribuente dimostri che nella particolare fattispecie tali effetti elusivi non potevano verificarsi

art. 5, paragrafo 6, della VI Direttiva 17 maggio 1977, n. 77/388/CEE

assimilato a una cessione a titolo oneroso il prelievo di un bene dalla propria impresa da parte di un soggetto passivo il quale lo destina al proprio uso privato o all'uso del suo personale o lo trasferisce a titolo gratuito o, pi¨ generalmente, lo destina a fini estranei alla sua impresa, quando detto bene o gli elementi che lo compongono hanno consentito una deduzione totale o parziale dell'imposta sul valore aggiunto.  nota:il legislatore comunitario al fine di evitare che i beni pervengano al consumo detassati delliva dispone l'assoggettamento all'imposta del relativo autoconsumo esterno, ma ci˛ solo nel caso in cui l'imposta relativa ai beni stessi abbia formato oggetto di detrazione totale o parziale al momento dell'acquisto".questo sancisce un principio semplice: se si detrae l'iva sull'acquisto del bene, quando si cede deve ssere assoggettato a iva e versata, anche se non si vuole esercitare il diritto alla rivalsa.